Programmazione dal 16 al 22 Marzo


“LOVING”

Orari: 16.00  18.30  21.15

di Jeff Nichols con Michael Shannon, Joel Edgerton, Marton Csokas, Ruth Negga

Il coraggio nella vita reale e l’impegno di una coppia interrazziale: Richard e Mildred Loving, dopo essersi sposati, hanno trascorso i successivi nove anni in lotta per il diritto di vivere come una famiglia nella loro città natale. Il loro caso arrivò alla Corte suprema, che nel 1967 ribadì il fondamento stesso del diritto di sposarsi, rendendo la loro storia d’amore di ispirazione per le coppie di tutto il mondo.


“UN TIRCHIO QUASI PERFETTO”

Orari:

  • Versione doppiata: 16.15  18.15  20.15

  • Versione originale in lingua francese con sottotitoli in italiano: 22.00 (NO MARTEDì 21/3)

di Fred Cavayé con Dany Boon, Laurence Arné, Noémie Schmidt

François Gautier è tirchio! Risparmiare gli dà gioia, la prospettiva di dover pagare lo fa sudare freddo. La sua vita è scandita in funzione di un unico obiettivo: non mettere mai mano al portafoglio. Una vita che tuttavia viene completamente sconvolta in un solo giorno: si innamora di una donna e scopre di avere una figlia di cui ignorava l’esistenza. Costretto a mentire per riuscire ad occultare il suo terribile difetto, per François cominciano i problemi. Poiché a volte mentire può costare caro, molto caro…


“LA LUCE SUGLI OCEANI”

Orari:  17.40

di Derek Cianfrance con Michael Fassbender, Alicia Vikander e Rachel Weisz

I coniugi Sherbourne (Michael Fassbender e Alicia Vikander) stanno facendo di tutto per avere un figlio, ma senza successo, quando trovano una neonata abbandonata in una barca alla deriva e la allevano in segreto come fosse loro. Ben presto quella creatura vivace e sempre bisognosa d’attenzione diventa la luce della loro vita, finché non scopriranno che la vera madre della piccola (Rachel Weisz) sono anni che la cerca senza riuscire a darsi pace. Tormentati dal dilemma se svelare il segreto perdendo così la figlia che ormai sentono come loro, la coppia inizierà a disgregarsi.


“MOONLIGHT”

Orari:  21.45

moonlight-poster-1di Barry Jenkins con Mahershala Ali, Naomie Harris e Trevante Rhodes

Il giovane Chiron vive in una zona fortemente colpita dall’abuso di crack. Vittima di bullismo a scuola e distrutto da una vita domestica difficile, Chiron rischia di diventare una statistica: un altro ragazzo nero dominato e distrutto dal sistema. Nonostante la sua bassa statura e la natura taciturna, Chiron è un sopravvissuto. Quando cresce, diventa chiaro che la sua vera battaglia non andrà combattuta per le strade. La sua è una lotta interiore: una resa dei conti con il profondo sentimento d’amore che prova per il suo migliore amico.


“VEDETE, SONO COME VOI”

Orari: 16.00  20.10

un documentario di Ermanno Olmi

E’ la storia personale di un protagonista di questo nostro tempo. Accompagnati dalle sue parole, intessute da memorie visive, gli Autori ripercorrono accadimenti e atti dell’uomo Carlo Maria Martini per conoscere come questo importante rappresentante della Chiesa cattolica ha speso i giorni della sua vita rigorosamente fedele alla sua vocazione e ai suoi ideali.


“IL PUGILE DEL DUCE”

Solo Martedì 21 Marzo, ore 22.00

un documentario di Tony Saccucci

“Il pugile del Duce” vuole raccontare la storia incredibile di Leone Jacovacci: un pugile tecnicamente perfetto, agile, tenace, intelligente, potente. Parlava perfettamente tre lingue. Era italiano e forse anche fascista. Sicuramente non antifascista. Ma per gli italiani il colore della sua pelle faceva la differenza. Anche se aveva tutte le carte in regola per entrare nella storia del pugilato, il Fascismo lo ha cancellato dalla storia italiana, come testimoniato dal filmato dell’Istituto Luce dell’incontro del 24 giugno del 1928 manomesso e tagliato sulla parte finale dove il pugile di colore venne incoronato campione d’Europa. Il film racconta parallelamente il motivo per cui Mauro Valeri, sposato con una etiope, ha riscoperto Leone Jacovacci. Oltre a essere una intensa storia sportiva, il documentario riscopre una storia dimenticata che pochi conoscono e che potrebbe ridare a Jacovacci il posto che merita nello sport italiano e che permette a tutti noi una riflessione sul nostro presente, venato di tracce di un razzismo strisciante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...